Un commento all’andamento dei fondi di investimento che vale per molti mercati

Si arresta la raccolta dei fondi
Ad aprile brusco stop per i comparti aperti, che hanno registrato riscatti per 1 mld.
Dopo tre anni e mezzo di raccolta netta positiva, in aprile i fondi comuni hanno rivisto il rosso. Nel mese scorso, secondo la mappa di Assogestioni, i comparti aperti hanno registrato una raccolta netta negativa di 1 miliardo di euro con una battuta d’arresto rilevante rispetto ai +7 miliardi di marzo. Nei primi quattro mesi del 2016 la raccolta dei fondi resta comunque positiva per 12,4 miliardi….[MF, 27 maggio 2016]


La raccolta netta dei fondi di investimento in Italia entra per la prima volta dal 2012 in territorio negativo. Il patrimonio dei fondi, pur restando al massimo storico nel nostro Paese negli ultimi quarter, ha registrato una  raccolta netta meno brillante rispetto ai trimestri precedenti. Certo è colpa dei mercati che non hanno aiutato e, in ogni caso, lo strumento del fondo di investimento resta e resterà centrale nella gestione dei patrimoni delle famiglie italiane. 

Ma come ricercatori di Eumetra Monterosa, dobbiamo segnalare quello che dall’inizio dell’anno stiamo segnalando ai nostri clienti finance. Le ricerche mostrano un certo decadimento delle narrazioni più finanziarie e legate ai mercati (le narrazioni che avevano peraltro sostenuto la brillante ripresa del comparto dopo il 2012). Le famiglie da qualche tempo stanno prestando maggiore attenzione ad argomentazioni meno legate al tecnicismo dei mercati e più al valore d’uso dei prodotti stessi per la famiglia. Sembra banale, ma basta osservare linguaggi e comunicazioni per vedere come una parte del mercato sia ancora fortemente radicata sui temi di performance (che ci devono essere, ci mancherebbe) e di market opportunity. Mentre un’altra parte – con una significativa presenza di marchi italiani, fra l’altro – si sta orientando, ad esempio, su tematiche di progetto personale della famiglia. Il cambio di prospettiva non riguarda solo i prodotti. Gli scenari presentati da Eumetra Monterosa alle reti finanziarie clienti nei mesi scorsi hanno fatto intravvedere la necessità anche per i consulenti di fare un passo avanti. Passando, ad esempio, dalle tradizionali logiche del portafoglio di prodotti (peraltro sempre necessario) ad un portafoglio di argomentazioni e narrazioni diverse. Dove le argomentazioni di mercato si affianchino alle argomentazioni centrate sulle persone.
Negli scenari di Eumetra Monterosa, queste ultime – argomentazioni, prodotti e servizi centrati sulle persone – sembrano essere degli atout non effimeri, ma destinate a rimanere a lungo. Perché questo è il trend non solo sul mercato finance, ma su tutti i mercati consumer. Una riflessione ed un aggiustamento di strategie, mindset, comunicazione, prodotti e servizi, forse si impone. Per tanti mercati.